[REVIEW] LAYLA – ONE STEP – STRIKE FLUO

Da due settimane mi sono addentrata nel mondo del semipermanente e devo dire che sono davvero soddisfatta e non me lo aspettavo. Il motivo? Negli anni ho fatto diverse volte il gel e la ricostruzione per allungare le unghie, ma ahimè ho sempre avuto problemi per quanto riguardava la durata. Ogni volta tornavo a casa e il gel dopo nemmeno un’ora iniziava già ad alzarsi dagli angoli e nei giorni successivi veniva via quasi come se fosse una velina o come se avessi messo una base peel-off prima.

Le ho provate tutte, cambiare tipologia di gel, usare una primer acido per far aderire meglio il gel, utilizzarne uno deidratante, accorciare le unghie il più corte possibile. Niente da fare, il risultato era sempre le stesso, io che dopo qualche giorno mi innervosivo sia per i soldi spesi che per le unghie ancora più indebolite.

Qualche mese fa ho fatto da “cavia” ad una mia collega che stava frequentando un corso da onicotecnica e finalmente ho scoperto il perchè delle mie problematiche, ho le unghie grasse! Grasse no nel senso di ciccione XD, ma che sono troppo lisce e quindi anche grattandole per far aderire il gel e usando primer specifici è davvero molto difficile che il gel riesca ad ancorarsi.

Dopo l’ennesima delusione (ho staccato tutto dopo 3 giorni) ho accantonato l’idea di utilizzare nuovamente gel e affini fino a quando una mia amica (ciao Fia <3) mi ha parlato del semipermanente ONE STEP della Layla.

Complice il prezzo molto basso, io l’ho trovato in offerta a 10.90€ da Tigotà, e la curiosità ho deciso di dargli una chance.

Ho scelto il numero 35 che è un fucsia corallo fluo e chi ha qualche conoscenza nell’ambito onicotecnico sa quanto questi colori siano anche difficili da gestire. Spesso sono poco coprenti e necessitano di diverse passate e di solito la durata è inferiore a colori più intensi come il rosso o il bordeaux.

La prima cosa che posso dirvi è che è facilissimo da applicare, vi basta un buffer che serve a sgrassare le unghie. Mi raccomando fate attenzione al giro cuticola. Una volta che le unghie saranno opache con una spazzolina togliete il residuo. Poi prendete il colore che avete scelto fate una prima passata prelevando poco colore perchè altrimenti tende come il gel a fare le bolle nel fornetto.

Per asciugare il prodotto avete bisogno di un fornetto UV oppure uno led. Io ho utilizzato il primo e ci vogliono 180 secondi per catalizzare, ovviamente con il forno led i tempi sono dimezzati, parliamo di soli 30/60 secondi per l’asciugatura.

Io faccio sempre due passate (applicate la prima, catalizzate, applicate la seconda, catalizzate) perchè preferisco il colore più pieno, non dimenticate di sigillare bene la punta perchè questo vi aiuterà a mantenere intatto il prodotto in caso di urti.

Non avete bisogno di base nè di top coat finale e nemmeno dello sgrassante. Una volta asciugata la seconda passata avete finito! Io applico ancora un pò di olio alle mandorle intorno alle cuticole per renderle più morbide.

La rimozione poi è facilissima basta del comunissimo acetone, cotone e carta stagnola con cui fare i classici pacchettini intorno al dito da tenere in posa per 15 minuti. Vi consiglio anche un bastoncino di legno di arancio per spingere via eventuali residui.

Vi sto scrivendo dopo 2 settimane dall’applicazione e ricrescita a parte è ancora perfetto. Si sono rovinate solo due unghie, ma perchè ho dovuto lavorare al bar da mia cugina e avevo le mani perennemente a bagno nell’acqua e senza guanti.

Per me che ho sempre avuto problemi con questa tipologia di prodotto non posso che gridare quasi al miracolo. Soprattutto perchè non rovina le unghie e non le indebolisce come spesso succede con il normale gel da ricostruzione.

Mi è piaciuto talmente tanto come prodotto che ne ho già acquistati altri due sempre di questa linea. Trovo che questi prodotti 3 in 1 siano davvero comodi soprattutto per chi ha poco tempo a disposizione.

Conoscevate già il semipermanente one step della Layla? Avete altri prodotti da consigliarmi?

Baci

Elli